Itinerari Savona città
da P.zza del Popolo
....verso via Pia

da Lavagnola al
....Santuario di N.S.
....della Misericordia

Il museo Archeo.

Itinerari Extraurbani

Varazze
Celle Ligure
Albissola
Quiliano - Spotorno
Noli - Varigotti
Finale LIgure
Altare museo vetro

Bibliografia





Itinerari

Celle Ligure

Celle ligure ha solo 5.000 abitanti, una serie di riconoscimenti internazionali da primo della classe.
Da 5 anni consecutivi sulla spiaggia del paese sventola la Bandiera Blu, qualifica Europea riservata ai mari incontaminati che riscuote pure l'approvazione della Goletta Verde di Lega Ambiente.
Non solo, Celle è il quarto Comune Italiano ad aver ricevuto la Certificazione Internazionale per la gestione dell'ambiente e la qualità della vita.

Passeggiamo per il borgo a gustare la brezza e l'odor di salino, senza fretta, via dal traffico e dai rumori, fino all'incantevole passeggiata mare che si stende per un Km tra palme, pitosfori e oleandri da un capo all'altro del paese.

La sua spiaggia candida e pulita, i parchi verdi, le deliziose casette colorate del centro storico sono parte della sua grande attrattiva.

La storia di Celle Ligure

Celle Ligure, fu prima aleramica, poi appartenne ai Doria e ai Malocello, e nel 1398 passò sotto l'egida genovese, fino al 1414, quando diventò municipio con il proprio statuto.
Dal 1528, tuttavia, l'influenza di Genova sulla città si fece completa e Celle entrò a far parte della podesteria di Varazze.

Nel 1414 vi nacque Francesco Della Rovere, eletto nel 1471 al soglio pontificio con il nome di Sisto IV.

Divenuta, da borgo di pescatori, un rinomato centro turistico-balneare, Celle Ligure ha conservato il suo caratteristico aspetto, con case dalle facciate vivacemente dipinte che dominano l'arenile di sabbia chiara.

Il borgo, si è sviluppato lungo la costa, difeso nel XVI secolo da due piccoli castelli, ora scomparsi, uno a levante sopra un promontorio e l'altro a pochi metri dal mare, che la tradizione vuole eretti contro le incursioni dei saraceni.

A levante dell'area costiera edificata sorge la chiesa di Nostra Signora della Consolazione, con un alto campanile, fondata nel 1468 dall'ordine degli Agostiniani.

Su una lieve collina, lungo la strada per Sanda, sorge la parrocchiale seicentesca di San Michele, con un campanile a cuspide originario del Trecento.

Personaggi illustri di Celle: Papa Sisto IV

Sisto IV (Francesco della Rovere; Celle Ligure 1414 - Roma 1484)
Francescano, papa nel 1471, l'elezione venne favorita dal duca Sforza di Milano, che esercitava la sua signoria anche a Savona.

Sisto IV fu un politico ambizioso: organizzò una guerra santa per occupare Smirne, dette il suo assenso alla congiura dei Pazzi contro Lorenzo il Magnifico e prese parte alla guerra di Ferrara (1482-84).

La sua attività culturale fu notevole: arricchì la Biblioteca apostolica vaticana di testi importanti (con la concessione ai dotti di accedervi), il Ponte Sisto e numerosi altri monumenti di Roma.

Fece erigere a fianco di San Pietro una cappella che da lui prese il nome di Sistina, insieme a quella di Savona, eretta in onore dei genitori, ancora oggi uno dei monumenti più importanti della città.

Nella frazione di Pecorile, a Celle Ligure, si può ancora visitare la sua casa natale, che presenta le caratteristiche architettoniche di una vera e propria fortezza, come mostrato dalla foto a sinistra.

Gli succedette Innocenzo VIII.

Parrocchia di San Michele

Il 24 luglio 1629 "Li Magnifici Consiglieri congregati nella sala del Comune" diedero ordine di cominciare la fabbrica della chiesa parrocchiale di San Michele, nel luogo stesso dove si trovava un'antica chiesa medioevale. Di quest'ultima si conservò il campanile e la nuova chiesa venne consacrata l'8 ottobre 1645 dal Rev. D. Francesco Spinola, vescovo di Savona.

L'imponente facciata corrisponde il maestoso interno barocco della prima metà del Seicento.
L'interno, a tre navate, ricco di decorazioni a stucco, marmi e affreschi, conserva sculture del Maragliano, tele di scuola ligure , una tavola del '400 in sacrestia e dipinti del '600 di Domenico Fiasella e, sull'altare maggiore, lo splendido polittico che Pierin del Vaga dipinse nel 1535 come voto per essersi salvato da un naufragio davanti alla costa di Celle.
Interessante per la storia di G.B. Carbone è il quadro della Madonna, che dona lo scapolare a Sant'Antonio di Padova, firmato e datato del 1665: una tavola d'autore ligure-lombardo del secolo XV e un reliquiario di marmo della fine del secolo XV sono collocati nella sacrestia.
Nell'attiguo oratorio dei Disciplinati meritano attenzione una statua del Maragliano e un crocifisso del Navone risalente al XVIII secolo. Durante il mese di luglio è sede di un ciclo di concerti di musica classica.

Bibliografia e siti consultati:

- Genova e la Riviera Ligure, di Orlando Grosso, Roma 1951
- www.comune.celle-ligure.sv.it
- www.albissola.com



Powered by websavona.it - © 2001-2003 - tutti i diritti riservati